Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

PRIMA SRL CON CONFERIMENTO IN BITCOIN

La natura giuridica del bitcoin è incerta, ma la Banca d’Italia, oltre a ritenerli strumenti di pagamento leciti, li ha definiti quale valuta virtuale digitale decentralizzata basata sul peer-to-peer e sulla crittografia su una blockchain condivisa e non regolamentata.

Il bitcoin può essere così inteso quale rappresentazione digitale di un valore non emesso da autorità (centrale o pubblica), slegata a monete aventi corso legale, che può essere usata come mezzo di scambio o trasferita, conservata o commercializzata elettronicamente.

Il bitcoin è scambiato su mercati non regolamentati, con attribuzione di un valore derivante dalla domanda ed offerta e alcuni operatori (Exchanger) sono autorizzati dalle rispettive autorità di vigilanza (Bitcoin.de in Germania, Safello in Svezia, Dagensia in Repubblica Ceca e Paymium in Francia) che hanno riconosciuto il bitcoin all’interno dei propri ordinamenti.

Partendo da questo assunto, l’art. 2464 codice civile, prevede: “1. Il valore dei conferimenti non può essere complessivamente inferiore all’ammontare globale del capitale sociale. 2. Possono essere conferiti tutti gli elementi dell’attivo suscettibili di valutazione economica”.

Il 24 Marzo 2015, l’imprenditore Thomas Bertani, ha costituito, alla presenza del notaio Giacomo Pieraccini, la ORACLIZE Srl (Visura), la prima società a responsabilità limitata unipersonale con conferimento di capitale sociale in bitcoin (Atto Costitutivo).

L’operazione è stata eseguita con l’assistenza di Stefano Capaccioli, in figura, promotore e co-fondatore di AssoB.it, associazione* che ha lo scopo di rappresentare le imprese e di promuovere le attività sulla tecnologia Blockchain.

capaccioli

La costituzioneè avvenuta tramite il conferimento di 45 bitcoin, (Perizia) stimati a norma del 2465 c.c. da parte di Stefano Capaccioli, dottore commercialista e revisore legale in Arezzo, sviluppata attraverso una puntuale individuazione, tracciabilità e dimostrazione del loro possesso, effettuata attraverso la verifica della firma effettuata con la chiave privata che controlla l’indirizzo bitcoin.

In sede di costituzione, per la certificazione dell’avvenuto conferimento, è stato creato un indirizzo bitcoin, la cui chiave privata è stata consegnata all’amministratore, e trasferiti i 45 bitcoin in tale indirizzo, rendendo effettivo il conferimento (visionabile al blocco 349007).

Detta modalità rende il conferimento effettivo e realizzato in atto, con assoluta tracciabilità e trasparenza dei vari passaggi, con certezza del passaggio della titolarità dei bitcoin e possibilità di verifica degli ulteriori movimenti, essendo operativa fin dalla costituzione.

La neo-costituita societa’ ha l’obiettivo di realizzare una piattaforma (http://oraclize.it) per la creazione di smart contracts – contratti formalizzati da un software che si concludono automaticamente al verificarsi delle condizioni predisposte. I contratti in questione, grazie ai motori di conoscenza sui quali si basa il servizio, possono dipendere da eventi della vita reale oltre a poter essere definiti in modo intuitivo grazie alla funzionalita’ di riconoscimento del linguaggio naturale. Le potenzialita’ delle criptovalute, insieme a Oraclize, permettono il realizzarsi di contratti in modo affidabile, dimostrabile e non manipolabile. Tali presupposti consentono di soddisfare un ampio ventaglio di necessita’, dall’ipotetica risoluzione automatica di un testamento, all’acquisto di un prodotto non appena diventa disponibile.

Twitter: @massimochi 

* Disclaimer, sono onorato di collaborare.